home
CHI SIAMO
ATTIVITA' SVOLTE
FORMAZIONE IN PORTO
IL SISTEMA DI FORMAZIONE
L' OSSERVATORIO DELLE
PROFESSIONI in porto
PROGETTO S.UP.PORT.
  - OBIETTIVI
  - RISULTATI
  - ACCORDO EUNETYARD
  - PARTNER TRANSNAZIONALI
 
 
 
 
 
 

IL SISTEMA DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PORTUALE

L’obiettivo principale dell’Autorità Portuale di Livorno nel settore della Formazione Professionale è di assicurare che le competenze dei lavoratori in ambito portuale siano tali da soddisfare i requisiti dei profili professionali previsti dalla normativa portuale nazionale e dalle linee guida della Comunità Europea.
Questo obiettivo è perseguito in sinergia con istituzioni governative locali, parti sociali e altre Autorità Portuali Italiane, con le seguenti modalità:

  • Attività di monitoraggio dei fabbisogni formativi e dell’organizzazione del lavoro;
  • Verifica e controllo delle competenze acquisite dai lavoratori dell’Agenzia del lavoro temporaneo(ex art.17 della L.84/94);
  • Pianificazione e validazione di attività di formazione continua per tutto il personale autorizzato a lavorare nel settore portuale( ex artt.16 e 18 della L.84/94);
  • Realizzazione di un sistema di formazione professionale portuale a seguito della sperimentazione di un “Modello standard di formazione”;
  • Implementazione di moduli standard di formazione anche avvalendosi di sistemi applicativi di simulazione;
 
ingrandisci il diagramma
   

LA GESTIONE DELLE ATTIVITA’ DI FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL SETTORE PORTUALE

Costruire un sistema di formazione portuale non sarebbe stato possibile se non fosse stato condiviso, sviluppato e sperimentato con successo un sistema di relazioni industriali tra tutti i soggetti (privati ed istituzionali) coinvolti nello sviluppo e nella crescita delle risorse umane che operano in ambito portuale.
Il sistema si caratterizza in quattro fasi:

  1. Analisi dei fabbisogni formativi messo a sistema dall’Autorità Portuale di Livorno avvalendosi dello strumento dell’ Osservatorio delle professionalità portuali;
  2. Pianificazione delle attività formative, sulla base dei dati rilevati circa le professionalità e la tipologia di competenze e conoscenze su cui intervenire, concertato con le Parti Sociali. I soggetti collaborano per definire nel dettaglio un piano di formazione dell’ambito portuale, che non risponda solo alle esigenze delle imprese di professionalità ma anche per dare una risposta in termini di riqualificazione ai lavoratori;
  3. Realizzazione delle attività formative anche da parte di enti e/o strutture/Agenzie utilizzando il modello standard di formazione messo a sistema dall’Autorità Portuale di Livorno volto a garantire la certificazione e l’accreditamento delle competenze acquisite durante il percorso;
  4. Valutazione dei risultati del processo formativo attuato. Tale attività ha la finalità di verificare sia l’impatto che le attività formative di riqualificazione, di aggiornamento, continua e di ingresso hanno per le aziende in termini di innalzamento degli standard di qualità dei servizi offerti e di efficienza nella produttività, sia per i lavoratori in termini di stabilità del lavoro e riconoscimento della propria professionalità in modo univoco nel settore tale da favorire un processo eventuale di mobilità.
 
ingrandisci il diagramma
 
ingrandisci il diagramma