home
CHI SIAMO
ATTIVITA' SVOLTE
FORMAZIONE IN PORTO
IL SISTEMA DI FORMAZIONE
L' OSSERVATORIO DELLE
PROFESSIONI in porto
PROGETTO S.UP.PORT.
  - OBIETTIVI
  - RISULTATI
  - ACCORDO EUNETYARD
  - PARTNER TRANSNAZIONALI
Links:
unione europea
Fondo Sociale Europeo
MINISTERO DEL LAVORO
E DELLE POLITICHE SOCIALI
AUTORITÀ PORTUALE
DI LIVORNO
AUTORITÀ PORTUALE
DI NAPOLI
NEWO
EQUAL
S.UP.PORT.

L’INIZIATIVA COMUNITARIA EQUAL

EQUAL è l'Iniziativa comunitaria, cofinanziata dal Fondo Sociale Europeo per il periodo 2000-2006 che, nel quadro della Strategia Europea per l'Occupazione, mira ad innovare gli approcci e le politiche finalizzati a contrastare il fenomeno della discriminazione e della disuguaglianza nel contesto del mercato del lavoro, ponendosi come laboratorio di sperimentazione su base nazionale e transnazionale.

Le principali tematiche di Equal sono: la cooperazione trasnazionale, l’innovazione, l’approccio tematico e di partenariato, la disseminazione e il mainstreaming. Le attività sono strutturate su cinque pilastri: Imprenditorialità, Occupabilità, Adattabilità, Pari Opportunità e Richiedenti Asilo.
Dato il carattere sperimentale delle iniziative sviluppate in ambito Equal, particolare attenzione viene riposta nelle attività di diffusione e trasferimento delle buone pratiche. EQUAL nella strategia dell’Unione Europea tiene conto dell’inserimento sociale e professionale e intende garantire a tutti opportunità di accesso al mercato del lavoro.

IL PROGETTO S.UP.PORT.

Il progetto S.UP.PORT. . - Skills Upgrading in the Ports- Crescita e sviluppo delle competenze in ambito portuale- ,è l’unico progetto Italiano nel settore portuale e della Cantieristica navale ad essere finanziato dal Fondo Sociale Europeo nell’ambito dell’Iniziativa Comunitaria EQUAL.

Nell’ambito dell’Iniziativa Comunitaria EQUAL - il progetto settoriale S.UP.PORT si inquadra sull’asse dell’ADATTABILITA’ volto a promuovere la formazione professionale permanente allo scopo di rendere meno precario il posto di lavoro, favorire la capacità di adattamento e adeguamento delle imprese e dei lavoratori dipendenti dovuto a cambiamenti organizzativi, economici, normativi e tecnologici.

Elaborato sulla base di specifici requisiti del settore portuale, il progetto mira a fornire soluzioni per prevenire l’obsolescenza delle competenze nel mercato del lavoro di riferimento favorendo, attraverso attività formative di riqualificazione, l’adeguatezza delle professionalità e l’eventuale esigenza di mobilità dei lavoratori.

 

Il partenariato di sviluppo del progetto S.UP.PORT. è così composto:

Soggetto capofila e proponente:
Autorità Portuale di Livorno

Soggetti partner proponenti:
Autorità Portuale di Napoli
Finporto, Genova
Newo, Firenze

Partner trasnazionali:
Neorion K.E.K., Syros (Greece)
Turun A.K.K., Turku (Finland)

Partner nazionali:
C.S.A., Livorno
Global Service, Livorno
Si.Te.L. SpA, Livorno
Compagnia Portuale di Livorno
C.S.P. - B.I.C. Livorno
Terminal Darsena Toscana
I.P.E.C., Valencia - Spagna
Assoterminal, Assimprese
Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti

 
 
UNIONE EUROPEA
Fondo Sociale Europeo
MINISTERO DEL LAVORO
E DELLE POLITICHE SOCIALI
Direzione Generale per le Politiche
per l’Orientamento e la Formazione
AUTORITÀ PORTUALE
DI LIVORNO
Area Formazione Professionale
AUTORITÀ PORTUALE di NAPOLI
FINPORTO DI GENOVA S.p.A.
NEWO s.r.l.
Community Initiative EQUAL
S.UP.PORT. PROJECT
Skills Upgrading in the Ports
Cod. IT-S-MDL-190